Vai a sottomenu e altri contenuti

Contributi economici destinati agli inquilini morosi incolpevoli

l Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli è finalizzato alla concessoine di contributi economici atti a sanare la morosità incolpevole degli inquilini di alloggi in locazione, destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, causata dalla perdita o dalla consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Sono ammessi all'erogazione dei contributi i titolari di contratti di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo site nel Comune di Mogorella, soggetti ad un atto di intimidazione di sfratto per morosità incolpevole.

Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione a ragione della perdita o consistente riduzione di almeno il 30% della capacità reddituale del nucleo familiare o del reddito complessivo e dovuta ad una delle seguenti cause:

Þ perdita del lavoro per licenziamento;

Þ accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro;

Þ cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;

Þ il mancato rinnovo dei contratti a termine o di lavoro atipici;

Þ cessazione o consistente riduzione di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;

Þ malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

Le cause su indicate si considerano a titolo esemplificativo e non esaustivo

Requisiti

La concessione dei contributi è subordinata alla sussistenza dei seguenti requisiti: a) condizione di morosità incolpevole ai sensi degli articoli 1 e 2 del presente bando; b) reddito I.S.E. non superiore ad euro 35.000 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 26.000; c) atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione in giudizio per la convalida; per gli assegnatari di alloggi sociali, vale la dichiarazione in giudizio per la convalida o, in alternativa, il provvedimento di risoluzione dell’atto di concessione amministrativa da parte dell’Ente gestore; d) contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9) e residenza nell'alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno; e) cittadinanza italiana, di un paese dell’ UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, regolate titolo di soggiorno; f) residenza nel Comune di Mogorella; g) non essere titolari, unitamente a tutti i componenti del nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, nella provincia di residenza, di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare; h) accordo tra locatore e locatario, esistente al momento di presentazione della domanda, nel quale: - il locatario acconsente affinché il contributo venga corrisposto dal Comune direttamente al locatore, per tutte le fattispecie dalla lett. a) alla lett. d) dell’art. 4 del presente bando. - il locatore si impegna: a) a rinunciare all’esecuzione del provvedimento del rilascio dell’immobile, nel caso della fattispecie della lettera a) dell’articolo 4; b) a consentire il differimento dell'esecuzione del provvedimento di rilascio dell'immobile per il tempo necessario a trovare un'adeguata soluzione abitativa all'inquilino moroso incolpevole, nel caso della fattispecie della lettera b) del successivo articolo 4; - il nuovo locatore e il locatario si impegnano a stipulare un nuovo contratto di locazione nel caso delle lettere c) e d) dell’articolo 4; In assenza di detto accordo il Comune non può accogliere la domanda. Prima dell'erogazione del contributo il Comune verifica che le finalità di cui all'articolo 4, per cui il contributo è stato richiesto, siano ancora valide. Il locatore è tenuto a restituire al Comune le somme ricevute a titolo di anticipazione, qualora in futuro vengano meno le finalità per le quali è stato riconosciuto il contributo.

Costi

Nessuno

Normativa

Decreto Legge 31.08.2013, n. 102, art. 6, comma 5) convertito con modificazioni, dalla Legge 28.10.2013, n. 124;

Deliberazione della Giunta Regionale n. 9/39 del 10.03.2015;

Decreto Ministeriale n. 202 del 14.05.2014.

Termini per la presentazione

Previsti da ogni singolo bando comunale

Incaricato

Ufficio Servizi Sociali

Tempi complessivi

*

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Istanza inquilini morosi incolpevoli Formato pdf 229 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto